Article

Formazione Animatori Digitali Sicilia – adesione alla rete

Informazioni per gli interessati all’adesione alla Rete interprovinciale (Catania, Siracusa, Messina) di scuole finalizzata alla realizzazione del “Progetto formativo Animatori digitali”, in linea con quanto richiesto dal PNSD e con le finalità dell’Avviso pubblico n. 19887 del 7/12/2015 dell’URS per la Sicilia.

Per aderire alla rete è necessario sottoscrivere la manifestazione d’interesse ReteSicilia-AnimatoriDigitali (scaricabile qui) e inviarla all’indirizzo email animatoridigitali@studiaredigitale.it entro e non oltre le ore 12:00 del 20 dicembre.

Il documento include la descrizione degli enti partner della rete e un abstract del progetto formativo che, ricordiamo, riguarda i seguenti ambiti tematici:

AREA PROGETTAZIONE (STRUMENTI)
  • ambienti di apprendimento per la didattica integrata
  • realizzazione/ampliamento di rete, connettività, accessi
  • laboratori per la creatività e l’imprenditorialità
  • biblioteche scolastiche come ambienti multimediali
  • ammodernamento del sito internet della scuola, anche attraverso l’inserimento in evidenza delle priorità del PNSD

AREA COMPETENZE E CONTENUTI
  • orientamento per le carriere digitali
  • cittadinanza digitale
  • educazione ai media e ai social-network
  • e-Safety
  • qualità dell’informazioe, copyright e privacy
  • azioni per colmare il divario digitale e femminile
  • costruzione di curricola digitali e per il digitale
  • sviluppo del pensiero computazionale
  • aggiornare il curricolo di tecnologia
  • risorse educative aperte (OER) e costruzione di contenuti digitali
  • collaborazione e comunicazione in rete: dalle piattaforme digitali scolastiche alle comunità virtuali di pratiche e di ricerca
  • ricerca, selezione, organizzazione di informazioni
  • coordinamento delle iniziative digitali per l’inclusione
  • alternanza scuola lavoro per l’impresa digitale

AREA FORMAZIONE E ACCOMPAGNAMENTO
  • scenari e processi didattici per l’integrazione del mobile, gli ambienti digitali e l’uso di dispostivi individuali a scuola (BYOD)
  • sperimentazione e diffusione di metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa
  • modelli di lavoro in team e di coinvolgimento della comunità (famiglie, associazioni, etc)
  • partecipazione a bandi nazionali, europei ed internazionali
  • documentazione e gallery del PNSD
  • realizzazione di programmi formativi sul digitale a favore di studenti, docenti, famiglie, comunità
  • utilizzo dati (anche invalsi, valutazione, costruzione di questionari) e rendicontazione sociale (monitoraggi)

Commenti

2 Comments

  • Interessante

  • Una maggiore opportunità per innalzare la qualità del lavoro dell’A.D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *